I documenti ipermedia


I documenti bilingue

Le enciclopedie AAR



I portali della conoscenza AAR
Mondializzazione e sviluppo durabile
Diversità linguistica e culturale
Popoli e culture del mondo
Semiotica, cultura, comunicazione
Amsud : la mediateca latinoamerica
Averroès : la médiathèque France-Maghreb


|| Film istituzionale ||














































Gli AAR
Gli AAR a colpo d'occhio
Gli AAR a colpo d'occhio

Il programma AAR è stato creato nel 2001 da Peter Stockinger e dall'Equipe Sémiotique Cognitive et Nouveaux Médias (ESCoM)1 della Fondation Maison des Sciences de l'Homme (FMSH)2 di Parigi.

Gli AAR, oggi, costituiscono un attore importante in Francia e in Europa nella collezione, il trattamento (informatico, semiotico e cognitivo), la salvaguardia, l'edizione, la pubblicazione dei patrimoni audiovisivi culturali e scientifici.

Il programma AAR, interamente consultabile on line, si compone di alcuni siti web e di una consistente documentazione audiovisiva interattiva multilingue. Sono affrontate importanti questioni specifiche del nostro mondo contemporaneo, la sua storia e il suo avvenire, cosi come questo è compreso, visto, interpretato da persone che lavorano sul campo, da artisti, esperti e specialisti, ricercatori, insegnanti, impegnati nel campo delle principali scienze umane e sociali: archeologia, antropologia, sociologia, psicologia, scienze economiche, diritto, scienze politiche, scienze del linguaggio, scienze dell'arte e della letteratura, architettura e urbanismo, filosofia, scienze delle religioni, etc.

I contenuti del fondo audiovisivo del programma AAR sono liberamente consultabili, gratuiti, derivanti dal lavoro di 3216 autori provenienti da più di 70 paesi, una grande comunità in continua espansione, garanzia della prospettiva internazionale e multiculturale che caratterizza il patrimonio audiovisivo del programma AAR..

Incentivato quotidianamente da un numero sempre più grande di persone e istituzioni, il portale officiale del programma AAR ha accolto, solo nel periodo dal gennaio al giugno 2008, visitatori provenienti da ben 135 paesi diversi, ai quali offre

    1. una videoteca internazionale delle conoscenze che dà accesso a circa 2585 ore di video in forma di video-libri interattivi che contengono interviste, reportage, corsi e conferenze, documentari, registrazioni di messe in scena artistiche e scene di vita quotidiana;

    2. una propria rete educativa di siti audiovisivi a temi dedicati a un argomento o dominio di conoscenza particolare, tale che quello del patrimonio culturale dei popoli del mondo, della diversità linguistica e culturale, della mondializzazione e dello sviluppo durabile, dei nuovi media, etc.

    3. la sua bibilioteca di dossier multimediali creati a partire da un risorsa audiovisiva preesistente e destinati a un pubblico professionale competente;

    4. una bibilioteca di risorse pedagogiche per l'insegnamento formale (superiore e secondario) e l'insegnamento informale (sensibilizzazione culturale e scientifica, dialogo tra scienze e culture, comunicazione interculturale; etc);

    5. una bibilioteca di dossier bilingue che mette a disposizione delle traduzioni che permettono agli utenti di comprendere il contenuto di un video anche quando non si ha alcuna padronanza della lingua della versione originale;

    6. delle enciclopedie ipermedia on line che raggruppano per temi (knowledge fields) di corpus audiovisivi pertinenti ;

    7. dei video-lessicali multilingue che raggruppano intorno a dizionari tematici organizzati (esempio: nome delle lingue, nome delle regioni del mondo, periodi storici, etc.) dei corpus audiovisuali pertinenti.


    I visitatori del portale officiale del programma AAR si servono delle loro prestazioni audiovisive in contesti diversificati come:

    1. La ricerca, la documentazione e la comunicazione scientifica.

    2. L'educazione formale e informale (ivi compreso l'apprendimento a lungo termine) .

    3. Il giornalismo e la divulgazione scientifica..

    4. Le specifiche attività professionali il cui lavoro quotidiano, in maniera spesso critica, dipende da conoscenze prodotte nell'ambito delle scienze umane e sociali (qualche esempio: lavoro sociale, sviluppo durabile, comunicazione e marketing, governo, opinione, salute, lavoro artistico e creazione letteraria, moda, turismo, pianificazione dello spazio, politica culturale, politica linguistica, politiche territoriali, informazione e media, economia della conoscenza, etc.)


1 Sito officiale del laboratorio ESCoM : http://www.semionet.com
2 Sito officiale della FMSH : http://www.fmsh-paris.fr




Ultimi aggiornamenti 29/06/2016
All rights reserved © ESCoM 2009
Site déposé sur CopyrightFrance.com

Aiuto - Piano del sito - Contatti - Menzioni legali -
http://www.archivesaudiovisuelles.fr