SCC - Destini del sacro. Discorso religioso e semiotica delle culture.
Pubblicazione originale : Destini del sacro. Discorso religioso e semiotica (...)
Home

Documentazione ipermedia :




Français English Italiano


Destini del sacro. Discorso religioso e semiotica delle culture.
- Home -
Informazioni


Responsabile(i) del convegno: Gianfranco MARRONE

Data e luogo del convegno: du 23/11/2007 au 25/11/2007 - Facoltà di Scienze della Comunicazione e dell’Economia - Teatro Valli - Teatro Ariosto ; Reggio Emilia, Italia

Realizzazione: Leonardo Romei (Dottorato in Scienze della Comunicazione-Sapienza Università di Roma, FMSH-ESCoM, Paris, France), Federica Ciotti (ESCoM-FMSH, Paris, France), Camille BONNEMAZOU (ESCoM-FMSH, Paris, France)


Lingua(e) : Français Français Italiano Italiano



Accesso diretto ai video

Presentazione del soggetto
ll XXXV congresso dell' AISS (Associazione Italiana di Studi Semiotici) dal titolo “Destini del sacro. Discorso religioso e semiotica delle culture”, è organizzato in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Reggio Emilia.
I differenti studiosi, molti di fama internazionale, si sono riuniti intorno ad un tema, quello del “sacro”, che in semiotica non è riconducibile immediatamente ad un’area di indagine dai contorni netti o a specifiche tecniche di analisi. Definire questa area, confrontare le diverse prospettive teoriche e le indagini testuali, è stato uno degli obiettivi del convegno.
Cosa permette di definire “sacro” un testo? Quali sono le valenze semantiche che il termine “sacro” assume nelle diverse culture? È possibile pensare la sacralità come effetto di senso? Tre giornate di confronto intorno ai molteplici aspetti del “sacro” che lo sguardo semiotico ci restituisce.
Oltre alle comunicazioni sul tema centrale il congresso organizza due tavole rotonde: una su religione e vita civile e l’altra sui destini della critica culturale dopo Barthes e Baudrillard.

Il convegno è stato realizzato con la collaborazione del Comune di Reggio Emilia - Assessorato alla Cultura. L’AISS ringrazia: Vanni Codeluppi, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, Piramix, Libreria all’Arco, Caffé-Bar della sede universitaria di via Allegri.
Collaborazione alle riprese da parte della Facoltà di Scienze della Comunicazione e il TeleLab della Sapienza Università di Roma. Si ringraziano inoltre i tecnici delle aule e delle sale per il loro fondamentale contributo.
Consulta il programma completo del congresso.

Nota: per questioni tecniche gli atelier "Fra sacro e profano: mode, miti, polemiche" e "Immagini sacre: patina enunciazionale e dematerializzazione rituale" non sono on line.


Ce XXXIVe congrès de l' AISS (Associazione Italiana di Studi Semiotici) intitulé “Destini del sacro. Discorso religioso e semiotica delle culture”, est organisé en collaboration avec la Faculté de Sciences de la Communication de l’Université de Reggio Emilia .
Les différents chercheurs, beaucoup de renommée internationale, se réunissent cette année autour d’un thème qui dans la sémiotique n’est pas immédiatement attribuable à un domaine de recherche aux contours précis ou à des techniques d’analyse spécifiques. Définir ce domaine, confronter les différentes perspectives théoriques et les études textuelles a été un des objectif du congrès.
Qu’est- ce qui nous permet de définir le « sacré » d’un texte ? Quelles sont les valeurs sémantiques que le terme « sacré » prend dans les différentes cultures ? Est-ce qu’il est possible de penser à la « sacralité » comme un effet du sens ? Ces trois journées sont dédiées à la confrontation des nombreux aspects qu’un regard sémiotique au « sacré » restitue. Outre les communications sur le thème central de cet événement, le congrès accueille deux tables rondes : une sur la religion et la vie civile et l’autre sur le destin de la critique culturelle après Barthes et Baudrillard.










Ultimi aggiornamenti 04/12/2008
All rights reserved © ESCoM 2008
Aiuto - Piano del sito - Contatti - Menzioni legali -
http://www.archivesaudiovisuelles.fr